TACHE

© Federazione Cemat © Federazione Cemat

Martedì 12 luglio, ore 20:45
GOETHE-INSTITUT | Auditorium
Concerto per strumenti, arpa eolia e live electronics
GIORGIO NOTTOLI, MARIO BERTONCINI

Biglietto intero € 10
Biglietto ridotto € 7 (< 26, >65, DSA)

Tache
"Macchia" in lingua francese, da cui il termine "tachisme", movimento chiamato in italiano “arte informale”, di cui per la musica Mario Bertoncini, insieme ad Aldo Clementi, è stato uno dei più significativi esponenti. Il concerto esplora attraverso un percorso soprattutto timbrico molti diversi approcci al “formare” il suono, a cui contribuiscono strumenti sia acustici, cui si applicano tecniche estese, sia meccanico-elettrici, inventati da Mario Bertoncini e Simone Pappalardo, sia virtuali, realizzati nel mondo dell’elettronica digitale. Le musiche in programma esibiscono contenuti formali assai diversi, ma tutte tendono al concetto di “fascia sonora variegata e variabile all’interno”, così caro a Mario Bertoncini.

MARIO BERTONCINI PIX cinque preparazioni per pianoforte ed elettronica dal vivo dedicato a Valeska Bertoncini (prima assoluta)
GIORGIO NOTTOLI Trama sospesa per flauto ed elettronica
GIORGIO NOTTOLI Ordito polifonico acusmatico
MARIO BERTONCINI Istantanee I acusmatico
MARIO BERTONCINI Istantanee II per arpa eolia dell’autore
GIORGIO NOTTOLI Tache per flauti, percussione, strumento originale di Simone Pappalardo, pianoforte ed elettronica dal vivo, dedicato a Mario Bertoncini (prima assoluta)

ARIANNA GRANIERI pianoforte 
GIANNI TROVALUSCI flauti 
RODOLFO ROSSI percussioni
SIMONE PAPPALARDO arpa eolia e strumento originale 
FEDERICO SCALAS regia del suono
GIORGIO NOTTOLI elettronica dal vivo 
 

MARIO BERTONCINI (Roma 1932 - Siena 2019)
Compositore, pianista, musicista costruttore. Al Conservatorio e all’Accademia di S. Cecilia si diploma in Composizione con Goffredo Petrassi e in Pianoforte con Rodolfo Caporali. A partire dal 1962 inizia a preparare sperimentalmente strumenti acustici secondo tecniche inedite, con o senza l’impiego dell’elettronica dal vivo. Dal 1973 al 1975 si reca a Berlino in residenza al D.A.A.D.: in questo periodo comincia a progettare e a costruire oggetti sonori (“sculture di suono” tese a liberare il concetto di forma sonora dallo svolgimento temporale) basati sul principio dei suoni eolici. Tra essi ricordiamo Vele, arpe eolie di grandi dimensioni (sette metri d’altezza), Chanson pour Instruments à Vent, "assemblage" per arpe e gong eolici per un esecutore, Venti, per 20 generatori eolici di suono e quaranta esecutori.

GIORGIO NOTTOLI
Compositore, ha studiato con Domenico Guaccero e Mario Bertoncini e Musica elettronica con Walter Branchi. Docente di Musica elettronica al Conservatorio di Roma S. Cecilia sino al 2013. Attualmente è docente di Analisi e Composizione Elettroacustica al Master in Sonic Arts dell’Università di Roma “Tor Vergata”. Il centro della sua ricerca è il timbro, concepito quale parametro principale e "unità costruttiva" delle sue opere attraverso la composizione della microstruttura del suono. Nei suoi lavori per strumenti ed elettronica punta ad estendere la sonorità degli strumenti acustici mediante complesse elaborazioni del suono. Ha partecipato a molti festival ed eventi, tenuto masterclass e workshop in ambito internazionale. Ha progettato vari sistemi elettronici per la musica utilizzando sia tecnologie analogiche che digitali in collaborazione con varie università e centri di ricerca. Nel 2008 ha fondato EMUfest (Festival internazionale di musica elettroacustica del Conservatorio S. Cecilia di Roma) di cui ha coordinato le prime sei edizioni.  

ARIANNA GRANIERI
Pianista e performer specializzata nel repertorio contemporaneo, nella ricerca musicale e nell’improvvisazione, pone particolare attenzione alla dimensione drammaturgica ed emozionale nella performance. Laureata in Pianoforte con lode e menzione d’onore presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma, viene regolarmente invitata ad esibirsi come solista, in formazioni cameristiche ed orchestrali presso importanti festival ed istituzioni musicali. Attualmente è impegnata in diversi progetti artistici e sperimentali con affermati interpreti di repertorio contemporaneo.

GIANNI TROVALUSCI
Flautista/performer, collabora con moltissimi artisti, tra cui Roscoe Mitchell, Thomas Buckner, Hamid Drake, Michele Rabbia, Antonio Caggiano, Gianluca Ruggeri, Rodolfo Rossi (Ars Ludi), Fabrizio Ottaviucci, Daniele Roccato, Tommaso Rossi, Luigi Ceccarelli, Giorgio Battistelli, Walter Branchi, Giorgio Nottoli, Walter Prati, Nicola Sani, Martin Daske, Marcello Panni, Ilan Volkov. E’ stato solista con numerose orchestre, tra cui BBC Scottish Symphony Orchestra, Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, Orchestra delle Fiandre. Tiene concerti in festival e rassegne in Europa, USA e Cina. Ha registrato per Wide Hive Records, Auditorium Edizioni, Rai Radio 3, BBC 3 e altre radio europee e tenuto masterclass e laboratori presso numerosi Conservatori italiani e internazionali.

RODOLFO ROSSI
Percussionista, performer, didatta. Accanto ad una intensa collaborazione in ambito lirico sinfonico con orchestre quali l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia e le orchestre del Teatro dell’Opera e della RAI di Roma ha direzionato la propria attività artistica sul repertorio solistico e cameristico contemporaneo: come membro dell’Ensemble Ars Ludi e del Freon Ensemble ha preso parte a molti festival di prestigio nazionali e internazionali. Ha inciso inoltre per la Virgin, la RCA, la Multirifrazione Record, la Beat Record, la Brilliant, la Edipan, la BMG, la Stradivarius. E’ titolare della cattedra di Strumenti a percussione del Conservatorio di musica ‘O. Respighi’ di Latina.

SIMONE PAPPALARDO
Artista, compositore e sound/performer, è diplomato al Conservatorio di Santa Cecilia di Roma. Attualmente insegna Musica elettronica al Conservatorio “A.Casella” dell’Aquila e al Conservatorio “O. Respighi” di Latina.  Ha iniziato la costruzione di macchine sonore elettroniche collaborando con artisti del teatro di ricerca. Da anni crea composizioni musicali ed installazioni sonore interattive, molte delle quali per strumenti (elettronici o acustici) da lui progettati. Sue opere sono state eseguite o esposte in diversi festival e istituzioni, tra cui: MACRO Pelanda di Roma, Conservatorio di Pechino per il festival Musicacoustica, Accademia Americana per il Festival Nuova Consonanza, Accademia di Romania, MAXXI di Roma, Palazzo M per il festival Digital Life, Artefiera di Bologna.

FEDERICO SCALAS
Studia Contrabbasso e Musica Elettronica presso il Conservatorio “S. Cecilia” di Roma, diplomandosi sotto la guida di Giorgio Nottoli. Sue composizioni sono state eseguite in diversi concerti e in festival tra cui: “EMUFest”, “Monaco Electroacoustique”, “SOMA”, “Scatole Sonore”, Sala Uno Teatro, Accademia di San Luca, MAXXI. Ha collaborato come tecnico del suono per produzione discografiche con Giuseppe Giuliano, Giancarlo Schiaffino, Enzo Filippetti. E’ docente di Elettroacustica ai Conservatori "O. Respighi" di Latina e “S. Cecilia” di Roma ed al Master SonicArts dell’Università di Roma Tor Vergata.