VIRTUALIS

© CRM Archives © CRM Archives

Martedì 12 luglio, ore 22:35
GOETHE-INSTITUT | Giardino Basso
Concerto / Installazione
Opere acusmatiche di D.Q. NGUYEN, A. BUCK, L. REID

Biglietto Improvvisi e Concerti acusmatici € 5

DAVID Q. NGUYEN Adumbrations, 11’30”
ALEX BUCK Screaming Trees, 8’06”
LEAH REID Reverie, 10’30”

Adumbrations
Il brano utilizza dele voci femminili che recitano una serie di scioglilingua che ripetono suoni sibilanti, fricativi e bilabiali. Se pronunciati in maniera sbagliata, i suoni di questi scioglilingua sembrano delle parole di maledizione: deve quindi esserci una certa coerenza nel processo del parlare e del dire questi scioglilingua. Il brano esplora la relazione dicotomica tra alcuni ideali e le loro ombre, tra atto e potenza, tra coerenza e incoerenza nell'ambito di ciò che è esplicito. Tramite degli "adombramenti" sonoro-linguistici, dei fonemi incoerenti si trasformano in qualcosa che sembra coerente tramite un'iterazione approssimativa, creando un flusso indefinito di aloni sonori che rendono indistinguibili le dicotomie originali. Il brano è parzialmente ispirato dal film Persona di Ingmar Bergman.

Screaming Trees
La composizione è ispirata dalla lettura de "La caduta del cielo. Parole di uno sciamano yanomami", immaginando che dei suoni grezzi, rumorosi e duri registrati da strumenti fatti di legno (violoncello e basso acustico) rappresentino delle urla ataviche di alberi morti. Durante la scrittura, l'autore realizza quanto intrinsecamente connessi siano la storia della musica e gli alberi: tutta la tradizione musicale occidentale è in qualche modo dipendente dal legno, non solo per la produzione di strumenti, ma anche per l'uso della carta con cui il linguaggio musicale si è sempre tramandato. GLi alberi ci hanno quindi sempre fornito le cose più importanti per la sopravvivenza umana: ossigeno e musica. Tutti i suoni sono legati agli alberi: uccelli, suoni di chiusura di libri, di pagine voltate, strumenti in legno...

Reverie
Reverie è una composizione acusmatica che conduce l'ascoltatore attraverso una fantasia immersiva costruita intorno a caroselli musicali decostruiti. Il lavoro comprende otto sezioni che esplorano gli ingranaggi e i trilli dei caroselli. Nel lavoro i suoni dei caroselli vengono smontati, esagerati, espansi e combinati con altri suoni i cui timbri e strutture ricordano l'originale. Con lo svolgersi del brano i timbri aumentano la loro densità spettrale e strutturale e le associazioni diventano sempre più fantastiche. Gli ingranaggi vengono trasformati in cerniere lampo, monete, motoseghe, motociclette, fuochi d'artificio e i trilli mutano in temporali, campane di tutti i tipo, pianoforti, ecc.

 

DAVID Q. NGUYEN (US)
Si occupa di composizione di musica da concerto, sound-design per film e musica acusmatica con espansione in diffusori multi-canale, spazializzazione sonora e audio immersivo. Si è laureato prima alla Old Dominion University di Norfolk, Virginia dove ha studiato con Andrey R. Kasparov e Mark Chambers e poi alla University of Illinois Urbana-Champaign, dove ha studiato con Sever Tipei and Scott A. Wyatt. Ha partecipato attivamente al Festival DME sotto la direzione di Åke Parmerud, alla Musique & Recherches Académie d'été de composition éléctroacoustique sotto la direzione di Annette Vande Gorne e João Pedro Oliveira e al Sounds Around Me Festival con Thomas Gorbach. Pubblica con Ablaze Records e ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali, tra cui il secondo posto per la XIII Competizione Elettroacustica Destellos con il brano Adumbrations.

ALEX BUCK (BR)
Compositore, performer e improvvisatore. La sua musica è largamente influenzata da sperimentazioni in vari generi: musica acusmatica, jazz contemporaneo, musica brasiliana, improvvisazione libera e musica classica contemporanea. Ha studiato Composizione elettroacustica all'UNESP di San Paolo con Flo Menezes. Ha vinto diversi premi in Europa tra cui il primo premio al Musica Nova international festival (Rep. Ceca) con Screaming Trees e ha collaborato con molti artisti jazz brasiliani come batterista. E' stato direttore artistico dell'EMEXP, l'Ensemble di Musica sperimentale dell'EMESP (São Paulo’ State School of Music), dove ha insegnato Composizione, Scrittura musicale, Improvvisazione contemporanea e Analisi musicale. Vive attualmente in California dove studia per un dottorato in Composizione per performance al California Institute of the Arts (CalArts).

LEAH REID (US)
Compositrice di musica acustica e elettroacustica. La sua ricerca primaria implica la percezione, la modellazione e le applicazioni compositive del timbro, che nei suoi lavori immersivi e ossessionanti agisce come catalizzatore per l'esplorazione di nuovi paesaggi sonori, tempo, spazio, percezione e colore. Ha ricevuto numerose onorificenze e premi, tra cui l'America Prize in Composition - Vocal Chamber Music Division e l'ottavo KLANG! International Electroacoustic Composition Competition per il brano Reverie. I suoi lavori sono pubblicati su Ablaze Records, New Focus Recordings, Parma Recordings, RMN Classical e BabelScores. Ha collaborato con numerosissimi ensemble e i suoi brani sono stati presentati in festival di tutto il mondo. Attualmente è assistente alla University of Virginia (Charlottesville, VA), dove tiene corsi in Composizione musicale e Tecnologia.