VIDEO MUSICALI D’AUTORE

© L. Ceregini, E. Bloom © L. Ceregini, E. Bloom

Venerdì 15 luglio, ore 20:00
GOETHE-INSTITUT | Auditorium
Video musicali d'autore di L. CEREGINI, E. BLOOM, R. TESORINI, E. GENZOLINI, A. GRENGA, N. SCISCIONE

Biglietto unico installazioni e video € 5

LORENZA CEREGINI, ELISABETH BLOOM Wrap my head around, 10'35" (Conservatorio di Bologna)
RICCARDO TESORINI, EDOARDO GENZOLINI Rather than fall, 8'22" (Conservatorio di Bologna)
AUGUSTO GRENGA, NUNZIO SCISCIONE Nigredo, 8'15" (Conservatorio di Latina)

Wrap my head around (2021)
"Wrap my head around” significa fasciarsi la testa, pensare spesso e troppo. Il progetto consiste in cinque audiovisivi che rappresentano diversi stati d’animo che, secondo la nostra visione, continuano a ripetersi ciclicamente. L’idea di base è quella di far un viaggio introspettivo condiviso. Wrap my head around è un invito a vedere e a sentire non solo quello che accade ma anche a fare attenzione e a fare nostra l’esperienza dell’altro, che trascende e influenza la nostra esclusiva individualità.

Rather than fall (2021)
Strappi, brusche lacerazioni, erosioni e bruciature. Schegge di pellicola che travalicano lo spazio ed il tempo, in un percorso non lineare ed intermittente. Una chiamata verso l’altro lato dello schermo, che prima getta l’occhio nel profondo del baratro per poi farlo riemergere, leggiadro, galleggiante in un mondo d’etere. L'immagine si mostra in se stessa invece di scomparire in ciò che ci fa vedere, e i diversi sistemi linguistici deflagrano in mille pezzi rivelando inattesi collegamenti tra mondi inconciliabili, fino a creare nuove auree immateriali.

Nigredo (2021)
Nigredo è una fase dell’Alchimia trasformativa; il termine indica la cottura delle sostanze che compongono la natura animale, dalle cui ceneri nascono nuove materie. Nel mettere in pratica, sul piano compositivo, tale fase alchemica, i suoni di partenza sono stati condotti verso un “percorso di rinascita” attraverso elaborazioni sonore sempre più complesse. Il video, prodotto in collaborazione con il fotografo Nunzio Sciscione, prende spunto dall’effetto visivo della “Dreamachine”, dispositivo stroboscopico ideato dall’alchimista Brion Gysin. Il montaggio, basilare ma curato in ogni frame, è basato su una rapida sequenza di immagini che si sviluppa ora in modo coerente con la trama dell’audio, ora in modo più istintivo.

 

LORENZA CEREGINI
Studentessa del Biennio di Sound design presso il Conservatorio "G.B. Martini" di Bologna. Ha iniziato la sua formazione musicale studiando Pianoforte e Canto, per poi interessarsi al mondo della Musica Elettronica. Sviluppa un particolare interesse per la correlazione, il rapporto e il legame tra sonoro e immagini. Nel 2020 partecipa al progetto Corpi Elettrici, nato dalla collaborazione tra Collettivo Mine, Gender Bender Festival e Conservatorio "G.B. Martini". Nel 2021 partecipa a “Collagene-Proteine Culturali” di Das, Dispositivo Arti Sperimentali, a Bologna, con il progetto Wrap My Head Around, presentato durante la rassegna di audiovisivi per il 50esimo anno del Corso di Musica Elettronica a Bologna, durante la rassegna online di audiovisioni “Lampi” di Tempo Reale e attualmente presente sul portale "Audiovisioni elettroniche”.

ELIZABETH BLOOM
Iscritta al corso di Laurea Triennale presso l'ISIA, Scuola di Grafica e Comunicazione Visiva di Urbino. Ha sempre provato grande interesse per il mondo della fotografia e dell'arte digitale. Nel 2021 partecipa all’esposizione “Collagene Proteine Culturali” con il progetto Wrap My Head Around organizzata da DAS a Bologna, presentato durante la rassegna audiovisiva del 50° anno del Corso di Musica Elettronica del Conservatorio di Bologna e nella rassegna online “Lampi” organizzata da Tempo Reale, Firenze. Nel 2022 ha partecipato alla mostra online “Light in Darkness” di Artdoc Mag con la pubblicazione di una serie fotografica intitolata The Light Within You

RICCARDO TESORINI
Vive e lavora a Bologna, ha studiato Sound Engineering all'Accademia Nazionale del Cinema di Bologna, conseguendo un master alla Ucla di Los Angeles, si è diplomato con il massimo dei voti presso il Conservatorio "F. Morlacchi" di Perugia in “Electronic Music and New Technology”. Frequenta il corso di specializzazione in Sound Design al Conservatorio "G.B. Martini" di Bologna. I suoi lavori spaziano in molte direzioni artistiche. Affascinato dal connubio tra musica e immagini, la sua ricerca si muove tra le diverse forme dello spazio-tempo sonoro, stilisticamente segnata da una visione introspettiva e un'attrazione verso la natura, come condizione essenziale per l’armonia.

EDOARDO GENZOLINI
Nato nel 1991, vive a Perugia. Laureato nel 2015 presso l’Università per Stranieri di Perugia con una tesi sulla censura cinematografica italiana. Nel 2012 inizia la sua collaborazione con diversi cinema locali in veste di curatore di rassegne e retrospettive: dal 2016 è collaboratore presso il cinema PostModernissimo, nel quale opera tuttora. Qui è co-curatore del contenitore di rassegne “Lost & Found”, dedicato al cinema sperimentale ed indipendente italiano ed internazionale. Buonavisione è la sua prima opera da regista, vincitrice della Menzione Speciale “Lo Specchio Scuro” presso la sesta edizione del Brianza Film Corto Festival, tenutosi al Cinema Politeama di Seveso.

AUGUSTO GRENGA
Nel 2015 si diploma presso la Percentomusica di Roma in Basso elettrico. Dal 2018 nel Conservatorio "O. Respighi" di Latina frequenta il triennio di Musica Elettronica. Dal 2019 al 2020 ha collaborato alla realizzazione di musiche per spettacoli di danza contemporanea presentati al Festival TenDance di Latina e all’Anghiari DanceHub. Dal 2020 è membro di un collettivo di artisti e informatici dove sperimenta l'unione sinestetica tra suono e disegno.

NUNZIO SCISCIONE
Musicista e fotografo, si occupa di ricerca artistica e fotografia di scena. Selezionato in diverse manifestazioni, nel 2009 è vincitore di una borsa di studio presso la Scuola Romana di Fotografia. Lavora nell’ambiente musicale e nel cinema indipendente; è appassionato delle pratiche di stampa e degli sviluppi del media fotografico.

CONSERVATORIO DI MUSICA “G.B. MARTINI” DI BOLOGNA - Scuola di Musica Elettronica
La scuola di Musica Elettronica del Conservatorio nasce nel 1971 ad opera di Gianfelice Fugazza. La struttura della scuola si rinnova grazie alla presenza (dal 1992 al 2021) del compositore Lelio Camilleri, promotore della trasformazione degli attuali cinque profili formativi (Trienni di Musica Elettronica e Musica Applicata, Bienni di Sound Design, Improvvisazione Elettroacustica e Musica per Film), frequentati oggi da oltre cento studenti. Tra i docenti il compositore e improvvisatore Francesco Giomi, la compositrice e analista Annamaria Federici, i tecnologi Francesco Canavese ed Enrico Cosimi, oltre ad altri nomi di spicco del panorama musicale bolognese e non solo.

CONSERVATORIO DI MUSICA "O. RESPIGHI" DI LATINA - Dipartimento di Composizione, Direzione e Nuove Tecnologie
La Scuola di Musica Elettronica del Conservatorio “O. Respighi” di Latina è inserita nel Dipartimento di Composizione, Direzione e Nuove Tecnologie ed ha una lunga tradizione di attività didattica e di produzione di musica elettroacustica nelle diverse forme espressive del linguaggio musicale contemporaneo, che consente agli studenti di spaziare dalle composizioni acusmatiche al live electronics, dalle opere audiovisuali alle installazioni sonore interattive. La recente apertura di due nuove cattedre nei settori della Musica Elettronica ha favorito l’attivazione di un nuovo corso di Tecnico del Suono, così da ampliare l’offerta formativa in diversi ambiti disciplinari, dalla composizione all’interpretazione musicale elettroacustica, dalle pratiche elettroacustiche della registrazione, della post-produzione e della diffusione sonora, alla ricerca in ambito musicale e scientifico.