MUSIC INSTRUMENT AND PHYSICAL MODEL

MUSIC INSTRUMENT AND PHYSICAL MODEL

Venerdì 9 luglio, ore 10.00
GOETHE-INSTITUT Rom | Auditorium
Masterclass a cura di Chris Chafe - Direttore CCRMA, Stanford University 
(in lingua inglese)

Iscrizione singola masterclass € 20
Iscrizione n. 4 masterclass € 60

Modelli fisici distribuiti di strumenti musicali sono stati usati per misurare (ping) attraverso criteri acustici le prestazioni delle connessioni tra due host della rete Internet. Le onde sonore propagate attraverso l'acustica di Internet si comportano analogamente a quanto succede in aria, in acqua o lungo una corda tesa. In questo caso, una tecnica di sintesi musicale crea delle onde sul percorso Internet tra due host. Quando le onde circolano tra due punti estremi della rete, si genera un tono musicale se il tempo di interarrivo tra una richiesta di dati e la relativa risposta è relativo a una frequenza compresa nel nostro intervallo dell'udibile (circa dai 250 microsecondi ai 50 millisecondi). Il tono che risulta fornisce una rapida e intuitive valutazione della qualità del servizio (QoS), mostrandone aspetti significativi, inclusi latenza e perdita di qualità e quantità delle informazioni trasmesse. Suoni stabili e puliti, con pitch ad alta frequenza denotano buone capacità trasmissive ottenibili fra gli estremi della comunicazione, caratteristiche che un percorso di instradamento deve supportare per applicazioni immersive in tempo reale. Una cosiddetta "arpa di rete" ha recentemente dimostrato l'esistenza di 320 corde sintetizzate oscillanti attraverso la metà occidentale della rete ad alte prestazioni Internet2di Abilene.

CHRIS CHAFE
Compositore, improvvisatore e violoncellista. Sviluppa gran parte della sua musica affiancato dalla ricerca computerizzata. È direttore dello Stanford University's Center for Computer Research in Music and Acoustics (CCRMA). Nel 2019 è stato International Visiting Research Scholar al Peter Wall Institute for Advanced Studies della University of British Columbia, Visiting Professor al Politecnico di Torino e Edgard-Varèse Guest Professor alla Technical University of Berlin. Ha ricercato metodi di sintesi digitale, performance musicale e collaborazione in tempo reale con internet presso l’IRCAM (Parigi) e il Banff Centre (Alberta). Il lavoro di Chafe include installazioni musicali per gallerie e musei, che sono ora nella loro seconda decade di “musificazione”, come risultato da collaborazioni con artisti, scienziati e direttori musicali.