GER .:. MANIA

© A. Maranzano © A. Maranzano

Da mercoledì 7 a sabato 17 luglio, ore 20.00
GOETHE-INSTITUT Rom | Kunst Raum
DOCUMENTI di VETTOR PISANI
a cura di Zerynthia - Goethe-Institut

Ingresso gratuito  

La chiamava Ger ⸫ mania la Germania Vettor Pisani, con un gioco di parole tipico anche della sua arte. E non a caso la Germania è stata una patria che, quasi come l’Italia, lo ha accolto e, in parte, compreso. Proprio da qui, da questo binomio (Italia-Germania) è nato questo progetto del Goethe-Institut Rom e da Zerynthia, a cura di Valentino Catricalà.
Incontro con Vettor Pisani, il sottotitolo, e non su o per Pisani, non solo perché a parlare saranno testimoni che hanno avuto la fortuna di conoscerlo, di stargli vicino, di collaborare e, spesso, di discutere, ma anche perché questa riunione sarà caratterizzata da documentazione e da suoni che riempiranno lo spazio del dibattito. Quasi a cercare di dimostrare che Pisani sarà lì, presente, anche lui con noi. Infatti, il progetto nasce proprio da qui, dalla necessita di dimostrare la sua presenza oggi, come un artista che ha anticipato non solo “indirizzi” artistici, ma vere e proprie tendenze sociali. Per chi conosce Pisani e guarda a ciò che stiamo vivendo ne capisce la sua forza, oggi più che mai.
E anche lo stile dell’incontro va in questa direzione. Non un talk, non una conferenza, non un seminario, ma un dibattito, una chiacchierata in stile Pisani, nel bellissimo Auditorium del Goethe-Institut Rom per l’occasione annullato nella sua funzione di Auditorium (con sedute frontali) e ribaltato in spazio da vivere. Gli ospiti saranno seduti in spazio circolare vicino al pubblico, che sarà chiamato a intervenire; subito fuori, nel KunstRaum (il foyer), documenti, immagini, video delle sue performance e suoni, per chi volesse approfondirne l’opera.
L’evento non finisce il giorno stesso, perché continuerà sui social attraverso la divulgazione di “pillole”, video di pochi secondi sull’artista: un pensiero su Pisani, così da costruire anche un archivio non della memoria, ma della presenza.

VETTOR PISANI (Bari 1934 - Roma 2011)
A partire dalla sua prima mostra presso la galleria La Salita, nel 1970, si è progressivamente rivelato come uno dei testimoni e dei più importanti esponenti della ricerca artistica in Italia a partire dagli anni ’70. Nella formulazione di provocazioni linguistiche ed estetiche e nell’esplorazione di modalità espressive rivelatesi dense di significato per le generazioni successive, la sua figura appare, oggi, radicalmente contemporanea: è quella di un vero e proprio precursore che ha saputo unire l’investigazione concettuale all’ironia, il gioco linguistico a quello di ruolo, il mascheramento alla ricerca della verità, la grande Storia alla cronaca più triviale, il sacro al profano, l’arte del passato alle provocazioni del presente.